Ente di Formazione accreditato in Regione

Nazionali - ISIday

Nazionali: Contributi annuali della Banca d'Italia

La Banca d’Italia, ispirandosi a principi di “solidarietà sociale”, stabilisce i criteri e le procedure per assegnare contributi finanziari a sostegno di attività concernenti in via preferenziale i seguenti settori di intervento:
- la ricerca, la cultura e l’educazione in campi affini alle funzioni istituzionali
- la ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica
- attività di accademie e istituzioni culturali di primario rango operanti a livello nazionale nella promozione e nel sostegno della cultura umanistica, storica e scientifica
- promozione a livello nazionale della qualità della formazione giovanile e scolastica
- beneficenza, solidarietà e pubblico interesse


I contributi non possono essere richiesti da:
• persone fisiche;
• soggetti e organismi che costituiscono emanazione di formazioni politiche o sindacali o comunque da queste controllati;
• enti territoriali;
• enti che svolgono, direttamente o indirettamente, propaganda politica per influenzare le campagne elettorali;
• soggetti che mirano a limitare la libertà e la dignità delle persone e/o a promuovere ogni forma di discriminazione;
• soggetti riconducibili agli enti sopra indicati in virtù di legami fondativi/societari, meccanismi di governance.


SOGGETTI AMMISSIBILI: pubblici e privati.


LINEE GUIDA
Nell’assegnazione dei contributi viene osservato un principio di rotazione. Di norma, gli assegnatari non possono presentare un’ulteriore istanza nei due semestri successivi; a fronte di particolari, motivate esigenze questo intervallo temporale può essere ridotto.

Non possono essere destinatari dei contributi le persone fisiche, gli enti e le società con finalità di lucro.

Sono esclusi dai contributi della Banca i soggetti e gli organismi che costituiscono emanazione di formazioni politiche o sindacali o comunque da queste controllati.


MISURA DEL CONTRIBUTO
L’erogazione a favore di un singolo progetto potrà essere al massimo pari alla metà dell’intero fabbisogno dell’iniziativa.

In caso di accoglimento della richiesta di contributo, il beneficiario comunicherà alla Banca lo stato di avanzamento degli interventi prospettati e trasmetterà, entro tre mesi dalla realizzazione dell’iniziativa, una relazione conclusiva che dia conto dell’ultimazione del progetto, nonché una rendicontazione delle spese sostenute.

Nel caso di mancata realizzazione dell’iniziativa o di inosservanza dei richiamati obblighi informativi, la Banca si riserva la facoltà di chiedere la restituzione delle somme erogate, nonché di escludere l’ente inadempiente dal riconoscimento di contributi per un periodo di 4 anni.


SCADENZA: 31/08/2021



Torna a: Nazionali