Ente di Formazione accreditato in Regione

Regione Marche - ISIday

Regione Marche: Sostegno all'avvio e primo investimento delle start up innovative

OBIETTIVI
La Regione Marche intende sostenere l’avvio di nuove start up innovative al fine di generare nuove nicchie di mercato nelle industrie emergenti ad elevato potenziale per rispondere ai nuovi bisogni sociali, sviluppare idee e soluzioni originali ad alto contenuto tecnologico.

SOGGETTI DESTINATARI
Start up Innovative (micro, piccole imprese), iscritte alla apposita sezione speciale del Registro delle Imprese ed in possesso dei requisiti dimensionali di micro o piccola impresa. La dimensione di impresa viene verificata al momento di presentazione della domanda. Inoltre, deve avere l’unità locale (“sede di intervento”), in cui vengono realizzate le attività oggetto di contributo regionale, attiva sul territorio marchigiano e regolarmente censita presso la Camera di Commercio delle Marche. Infine, non deve essere sottoposta a procedure di regolazione dell’insolvenza e deve avere la capacità amministrativa, finanziaria e operativa per la realizzazione del progetto.

SPESE AMMISSIBILI
I progetti agevolabili devono riguardare la realizzazione dei primi investimenti necessari all’avvio dell’impresa e alla messa sul mercato dei prodotti/servizi oggetto di precedente attività di ricerca. Il progetto di investimento dovrà essere corredato da un accurato Business Plan. Le spese ammissibili dovranno riferirsi agli interventi per cui si inoltra richiesta di contributo, essere coerenti e congrue alle finalità del progetto e funzionali al raggiungimento degli obiettivi indicati. Esse dovranno riguardare le seguenti tipologie di spesa:

A. Spese per l’acquisizione di strumenti, attrezzature, macchinari, hardware, software e servizi erogati in modalità cloud computing e saas (software as a service), nonché di system integration applicativa e connettività dedicata;

B. Spese per l’acquisizione, ottenimento di brevetti, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale, inclusi i costi per la ricerca di anteriorità, la convalida e la difesa degli attivi immateriali

C. Spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche per esigenze produttive; 

 

D. Spese per l’effettuazione di prove/test per la verifica delle caratteristiche del prodotto e per l’ottenimento di certificazioni di prodotto e di processo;

E. Consulenze esterne specialistiche e strettamente necessarie per la crescita ed il consolidamento sul mercato, inclusi studi di mercato, analisi dei clienti, dei fornitori e dei potenziali competitors, definizione della strategia promozionale e di marketing, inclusa la partecipazione a fiere ed eventi, progettazione e pianificazione organizzativa e gestionale, sviluppo digitale (max 50% del costo complessivo ammissibile del progetto);

F. Spese per il personale specialistico inserito in azienda con contratto di lavoro subordinato per attività di digital marketing finalizzate alla penetrazione commerciale; rientrano in tali attività, a titolo esemplificativo, investimenti in sviluppo di nuove piattaforme E-commerce, siti web o App, il posizionamento sui motori di ricerca (SEO), campagne pubblicitarie su Google Adwords e i Social Media, (l’importo è riconosciuto forfettariamente nella percentuale del 20% dei costi diretti dell’operazione);

G. Spese generali direttamente imputabili alla realizzazione del business plan (l’importo è riconosciuto forfettariamente nella percentuale del 15% dei costi diretti per il personale).

TIPOLOGIA ED ENTITA’ DELL’AIUTO
L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 60% della spesa ammessa per la realizzazione del progetto.

Il costo totale ammissibile del progetto di investimento non deve essere inferiore ad Euro 40.000,00.

Il contributo regionale non potrà superare il valore di Euro 100.000,00.

SCADENZA: 10 settembre 2021



Torna a: Regione Marche